Ritorna alle storie

I pendolari hanno bisogno di una rete di telefonia mobile ben sviluppata

21 dicembre 2022

In Svizzera mezzo milione di persone si reca al lavoro in treno. Molti pendolari dipendono da una solida rete di telefonia mobile per poter utilizzare in modo efficiente il tempo trascorso in treno per lavorare. Anche le ferrovie dipendono da una rete radiofonica ferroviaria stabile, in modo da poter controllare i treni dai centri di controllo e garantire un funzionamento sicuro. Per una connessione internet stabile e una rete radiofonica ferroviaria sicura, le FFS stanno progettando di introdurre il Future Railway Mobile Communication System (FRMCS), basato sul 5G.

«Pronto, mi senti? HAAAAAALLLLOOOOOO? E adesso?» Chi viaggia spesso in treno conosce bene questo tipo di conversazione. Sia che lo sentano dire da loro stessi, sia che lo sentano dire dal loro vicino. Una delle ragioni di questi problemi di copertura è la topografia collinare della Svizzera e le numerose gallerie che la caratterizzano. Un secondo motivo è il treno stesso: da un punto di vista fisico, il treno è una sorta di gabbia. I segnali dei telefoni cellulari faticano a passare attraverso la carrozza e i finestrini rivestiti di metallo. Ma anche il gran numero di persone che accedono simultaneamente alla stessa antenna di telefonia mobile rende difficile utilizzare il telefono cellulare senza problemi.

Quando i problemi di connessione diventano un problema per tutti
Secondo l'Ufficio federale di statistica, otto lavoratori su dieci che si recano al lavoro sono pendolari. Di questi, circa mezzo milione prende il treno e usa internet per lavorare, il cellulare per le conversazioni o il tablet per leggere il giornale. Ma di tanto in tanto si verificano interruzioni, soprattutto sulla tratta pendolare da Berna a Zurigo. Ciò è confermato dal «Konsumentenmagazin», secondo il quale la ricezione è scarsa, soprattutto sulle tratte più trafficate dei pendolari. Questo rende il lavoro sul treno impossibile o impone molta pazienza.  

La Confederazione ha affidato alle FFS il mandato di fornire una rete mobile ferroviaria efficiente. Le FFS hanno reagito a questa esigenza e all'aumento della domanda dei clienti di una connessione internet stabile sul treno. Insieme all'azienda tecnologica svedese Ericsson, sta progettando la sua nuova rete di telefonia mobile, il Future Railway Mobile Communication System (FRMCS), che sarà basata sul 5G a partire dal 2023. Questo standard per le operazioni ferroviarie, convalidato in tutta Europa, è gestito dalle singole compagnie ferroviarie, ma è compatibile in tutta Europa. Sostituirà l'attuale sistema GSM-R, basato sul 2G. Le ferrovie utilizzano questa rete per comunicare internamente con la centrale operativa e i macchinisti.

L’estensione e l'ammodernamento di questa rete sono una preoccupazione per i molti pendolari. Non solo cresce il numero di pendolari che lavorano in treno, ma cresce anche la quantità di dati trasmessi sui dispositivi mobili. Questo raddoppia ogni 18 mesi. Grazie al 5G, la trasmissione dei dati sarà fino a 100 volte più veloce rispetto alle reti attuali, la capacità della rete sarà maggiore e il tempo di risposta (latenza) sarà fino a 50 volte più breve. Con l'introduzione del FRMCS, i singoli passeggeri potranno lavorare meglio sul treno e i macchinisti e le ferrovie potranno garantire la comunicazione con il centro di controllo, aumentando così la sicurezza per tutti gli utenti. Ha senso farlo con la tecnologia mobile più efficiente di oggi, il 5G.  

Maggiori informazioni:

Ritorna alle storie

Storie simili

Scopra altre storie